News Editoriali: 1049

Riceviamo e Pubblichiamo

NASCE IL NUOVO PROGETTO 1049 – NELLE LIBRERIE DAL 22 MARZO

La Mille Miglia, i suoi protagonisti e i suoi estimatori. La Storia, il Mito e la Fantasia.
Una complessa alchimia, azzardata e sfidante ma nel contempo piacevole ed appassionante.
Un romanzo noir ambientato a Reggio Emilia e Montecchio Emilia, a Firenze e a Napoli, imperniato sulle indagini dell’ispettore Barletta circa un duplice omicidio, sviluppa la trama – saldamente ancorata all’ambiente della corsa – da un inizio pacato verso un ritmo sempre più serrato e avvincente, ricco di intriganti interrogativi e brillanti colpi di scena.
Una sezione storica ripercorre la vita di Tazio Nuvolari svelando episodi e retroscena legati all’epopea del primo automobilismo, narrando i fatti, ma insieme indagando sulle sottostanti motivazioni e umane pulsioni, attraverso l’ipotetica voce o l’intimo pensiero di Nivola, della moglie Carolina, del principe Igor, di Enzo Ferrari e di molti altri ancora.
Sebbene le due parti del testo siano fruibili in maniera del tutto indipendente l’una dall’altra, sarà dalla fusione delle stesse che il lettore potrà cogliere profondi spunti di riflessione e godere appieno delle emozioni regalate da questa innovativa e originale forma di celebrazione della Freccia Rossa e del Mantovano Volante.
Nella sinossi a firma di Simona Coppolino è racchiusa l’essenza di questa nuova opera editoriale che non ha nessuna intenzione di aggiungersi alle monografie o alle biografie sulla Mille Miglia o su Tazio Nuvolari. Questo nuovo progetto, tre libri in uno, intende dimostrare che di due capisaldi della storia del motorismo mondiale non si è ancora detto tutto. Un noir, scritto da un bancario/giallista ormai alla quinta pubblicazione e una parte storiografica, redatta da un impiegato/giornalista/scrittore/presentatore/appassionato che si sono incontrati per caso e, stavolta con cognizione di causa, hanno unito le loro penne per creare qualcosa di nuovo nel mondo della letteratura dell’automobilismo. Li unisce la passione per la scrittura e il desiderio di tramandare al lettore i valori che solo la Mille Miglia e Tazio Nuvolari ancora riescono a racchiudere semplicemente nei loro nomi. Edito da Epika Edizioni di Bologna, il testo racconta in poco più di 400 pagine, emozioni e sensazioni che i due autori hanno vissuto nello scriverle. Alcune foto d’epoca e la prefazione di Lorenzo Montagner, assieme alla copertina dell’artista parmigiano, Biglio, fanno da corona a un progetto editoriale innovativo. Il testo sarà nelle migliori librerie dal 22 marzo al costo di 19.90 € e disponibile come eBook nello stesso periodo sui principali siti.

Per info sul libro e prenotazioni: 1049tn@libero.it.

 

da sx Zelioli e Pattacini con la riproduzione della 166 museo Tazio Nuvolari Mantova

Eugenio Pattacini – classe 1960 – è un bancario e vive da sempre a Montecchio Emilia (Reggio Emilia). È padre di due figli: Simone e Marco.
Appassionato di svariati generi letterari, ha pubblicato nel 2012 il romanzo noir d’esordio “In apparente normalità”. Nel 2016 è stato coautore della antologia “Melodie del cuore” e nel 2017 ha scritto “Plein Air: l’ultimo caso del maresciallo Bianchi”.
Il 2018 lo ha visto impegnato su due fronti come coautore di “1049” e di “Il Signore dei Lucchetti”, una pubblicazione edita a cura e in collaborazione con il Museo dei Lucchetti di Cedogno (PR). Interessanti le attività condivise con altri autori per editing, prefazioni, presentazioni di opere e iniziative editoriali.
Iscritto alla SIAE come paroliere, nel 2015 ha composto con il maestro Eros Campanini la canzone “Avrei voluto”.
Collabora con Biblioteca Collinare di Vedriano di Canossa (Reggio Emilia) sede ormai da anni di presentazioni di opere prime, e non solo, di autori reggiani.

Alessandro Zelioli. Reggiano. Classe ‘68. Un figlio che adoro, Nicolò e una compagna, Alessandra, entrata nella mia vita nel momento più brutto. Ho pubblicato nel 2005, la favola per bambini “Ugo l’Asinello” grazie all’Associazione La Vecchia Montecchio. Diploma di maturità professionale, impiegato, molti anni fa incontrai la Radio. Una breve carriera come deejay sportivo mi ha insegnato a usare il microfono: Maratona di Reggio Emilia e Rally dell’Appennino Reggiano sono stati i miei banchi di scuola. Da lì, la nascita della collaborazione con la Gazzetta di Reggio, il tesserino da giornalista e il mondo delle auto d’epoca sono solo alcune delle cose che sto ancora facendo. Presento diversi eventi del motorismo d’epoca, tra cui il passaggio a Reggio Emilia della Mille Miglia. L’incontro con Nuvolari prima e con Eugenio poi, mi ha convinto che qualcosa su Tazio fosse ancora possibile scrivere. Detto e fatto.

RIPRODUZIONE RISERVATA
Print Friendly, PDF & Email

    Lascia un commento